Marketing – 5 snippet che aumentano il CTR

SERP
SERP - Gli snippet che aumentano le visite al tuo blog

Marketing – 5 snippet che migliorano il posizionamento SEO

Come abbiamo visto nell’articolo dedicato alla reputazione online, le migliorie apportate ai dati strutturati del tuo sito influenzano la SERP nel lungo periodo, a vantaggio del web marketing.

Quando si tratta di marketing, catturare l’attenzione è fondamentale ed è a questo che servono gli snippet. L’occhio dell’utente viene attratto dagli elementi di diversità e degli snippet accattivanti, fornendo informazioni aggiuntive in SERP, fanno ottenere più click. E più click contribuiscono a catturare anche l’attenzione di Big G che, a sua volta, premia i copywriter più bravi con piccole modifiche agli snippet Google. Tutto questo a vantaggio della SERP e del network marketing.

Questo articolo spiega come realizzare strategie di marketing basate sulla modifica degli snippet in modo che appaiano originali agli occhi dell’utente già a partire dalla SERP.

Indice dell’articolo

Come faccio apparire i sitelink nella SERP?

Iniziamo dalla base dello snippet: cosa sono i sitelink?

Ogni articolo che realizzi, genera collegamenti che Google inserisce dopo la description e che raggiungono delle informazioni importanti per i lettori. Come suggerisce la guida ufficiale di Big G, al momento i sitelink sono automatizzati. Non è il copywriter a decidere se e come mostrare queste scorciatoie ma è Google a farlo in base a 2 elementi:

  • Utilità per il pubblico;
  • Struttura dell’articolo.

Marketing – I tag che influenzano la SERP

Alla luce di questo, capisci che è vero che i sitelink non possono essere influenzati direttamente ma puoi facilitarne la comparsa grazie all’inserimento dell’indice e all’utilizzo di anchor text all’interno di ogni articolo.

Anche l’utilizzo “scientifico” dei tag “H2” e “H3” può spingere Google a mostrare i sitelink, oltre a guidare il lettore all’interno dei contenuti, aumentando la user experience e migliorando il posizionamento SEO nel lungo periodo, dando una spinta notevole al web marketing.
marketing e tag

Come elimino la data dallo snippet?

Un elemento importantissimo è la data di un articolo che, a mio avviso, non dovrebbe mai comparire nella SERP di Google. Non sono il solo a pensarla in questo modo ma ci sono fior fiori di esperti in network marketing che affermano ciò. Vediamo, quindi, come, con un semplice click, possiamo migliorare la nostra strategia di marketing.

Nella colonna sinistra del pannello di amministrazione WordPress, porta il mouse su “SEO”, clicca su “Aspetto della ricerca” e, da lì, su “Tipi di contenuto”.
A questo punto, porta la voce “Data nell’anteprima dello snippet” su “Nascondi” e salva le modifiche.

snippet

Come aggiungo il rating ai miei articoli?

Una delle strategie di marketing facilmente attuabili ed utilizzata anche da Amazon, eBay e TripAdvisor è quella di aggiungere le stelline di valutazione allo snippet. Quando ti trovi in ambito di network marketing, infatti, non c’è miglior pubblicità di quella che possono farti gli altri utenti.

Nella colonna sinistra del pannello di amministrazione WordPress, ferma il cursore del mouse su “Plugin” e clicca su “Aggiungi nuovo”.
Cerca, installa e attiva “Rating-Widget: Star Review System” e divertiti a modificare l’aspetto del tuo snippet.
network marketing

Marketing online – Sfrutta i suggerimenti della SERP

In alcuni casi, quando si ha a che fare con query long tail del tipo “what does” o “how to”,  Google inserisce, all’interno della SERP, alcuni suggerimenti per agevolare l’utente nella ricerca. Sfruttarli per ottenere vantaggi in termini di web marketing è quello a cui devi puntare.

Questo è uno dei motivi per cui è bene inserire domande nei tuoi articoli ed arricchire i contenuti con tag “H2” e “H3” che possano influenzare Google e farti apparire tra i suggerimenti offerti dal colosso di Mountain View.
web marketing

Featured snippet: il futuro del web marketing

Quando un utente inserisce una query, a volte capita che Google mostri uno specifico articolo immediatamente sopra ai risultati organici, incorniciandolo in un apposito riquadro. Il featured snippet viene chiamato anche risultato zero perché non si sostituisce al primo risultato organico di Google ma si aggiunge agli altri elementi della SERP.

Marketing – I primi effetti della ricerca vocale

Compaiono di frequente quando l’utente cerca contenuti informazionali come definizioni o risposte ai soliti quesiti “how to” o “what does”.
marketing e featured snippet

Marketing – Conclusione

In questo articolo abbiamo approfondito alcune tecniche di scrittura per rendere gli snippet meno banali rispetto alla concorrenza, con la speranza che, nel lungo periodo, possano influenzare positivamente il posizionamento SEO facendo risalire la SERP ai nostri articoli.

Se qualche passaggio di questo articolo non ti è chiaro o se hai suggerimenti, lascia un commento nell’apposito box che trovi qui sotto che, con molta fantasia, ho chiamato “LASCIA UN COMMENTO”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui