Google Alert – Uno strumento indispensabile

Google Alert
Google Alert - Ottimizzazione SEO a costo zero

Google Alert – Ottimizzazione SEO a costo zero

La gente, inconsciamente, preferisce le informazioni a pagamento rispetto a quelle gratuite. Questo è uno dei motivi per cui l’idea di utilizzare Google Alert per ottimizzare la SEO non ti ha mai nemmeno sfiorato.

Il fatto di non aver mai preso in considerazione questo strumento messo a disposizione da Big G è ancor più grave dal momento che con Google Alert puoi monitorare la link building gratuitamente.

L’unico “problema” di Google Alert è che, per utilizzarlo, devi avere un account Google. Se ancora non ne hai uno, crea il tuo Account Google.

A questo punto sei pronto a scoprire come utilizzare Google Alert.

Indice dell’articolo

Come attivo Google Alert?

Prima di spiegarti come funziona Google Alert, sappi che, a differenza di molti tool, questo strumento è utilizzabile sia da computer che da mobile. Insomma, è utilizzabile in qualsiasi momento.
google alert

A login effettuato, basterà collegarti all’apposita home page e, da li, iniziare ad inserire la keyword da monitorare. Dopo aver inserito le parole chiave, clicca su “Mostra opzioni” e modifica i 5 campi che vedi a tuo piacimento. A questo punto ti basterà cliccare su “Crea Avviso” e il gioco è fatto.

Ora ti starai chiedendo “a che serve Google alert?”. Eccoti servito.

Reputazione online e link building

Per quanto riguarda la reputazione online, i numeri parlano chiaro: oltre il 94% dei consumatori reputa molto importanti le recensioni digitali. Le ricerche in Rete prima di un acquisto sono altissime, che si tratti di brand o di singoli prodotti. Si parla, rispettivamente, del 92 e del 91%. Ora, pensa al tuo sito in termini brand e ai tuoi articoli come fossero prodotti. Hai capito perfettamente l’importanza della reputazione online.

Google Alert – Mai più backlink dannosi

Inserendo il nome del tuo sito tra le keyword di Google Alerts, non stai controllando solamente la tua reputazione digitale: stai tenendo d’occhio anche i backlink che rimandano al tuo sito e, di conseguenza, ne monitori costantemente la link building.

google alert backlinks

Controllando le citazioni esterne, puoi richiedere, in tempo reale, che tali menzioni siano realizzate “a mestiere” o, nella peggiore delle ipotesi, rifiutare il backlink.

Google alert e ottimizzazione SEO

Generare nuovi contenuti e pubblicarli con continuità è uno degli elementi chiave per diventare copywriter. Una parte consistente del lavoro di ottimizzazione di un sito, però, consiste nell’aggiornamento dei vecchi articoli per migliorarne il posizionamento SEO e aumentare le visite.

Siamo quasi sempre concentrati sulla creazione di nuovi contenuti, dimenticandoci di sviluppare il potenziale inespresso di ciò che abbiamo già scritto. Devi sapere, invece, che l’aggiornamento dei vecchi post, in ottica SEO, ti permette di recuperare posizioni nella SERP e aumentare il traffico in ingresso. Nel network marketing, però, il timing è tutto e questo processo di perfezionamento dei vecchi articoli non va lasciato al caso.
Ed è qui che entrano in gioco gli alert di Google.

Con Google Alert mantieni il tuo sito sempre aggiornato

La cosa veramente straordinaria di questa tecnica è la sua semplicità di esecuzione. Per rigenerare i vecchi contenuti (e farlo nel momento giusto), infatti, hai bisogno di 2 soli strumenti:

  1. Un articolo da aggiornare;
  2. Google Alerts.

Quando ricevi le email di Big G relative alle parole chiave da te indicate, non ti basta far altro che ricercare un tuo vecchio articolo che tratta quell’argomento ed aggiornarlo.

Niente di più facile.

Conclusione

Partendo dal presupposto che “tutto fa SEO”, impara ad utilizzare qualsiasi strumento possa apportare valore al tuo sito, compresi quelli gratuiti come gli alerts di Google. Ogni strumento in grado di rinnovare e rilanciare i tuoi vecchi articoli è una vera e propria manna per il tuo sito. Soprattutto se completamente gratuito!!

Se qualche passaggio di questo articolo non ti è chiaro o se hai suggerimenti, lascia un commento nell’apposito box che trovi qui sotto che, con molta fantasia, ho chiamato “LASCIA UN COMMENTO”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui